itenfres

Le sezioni competitive del festival

Lungometraggi

La sezione Lungometraggi è il cuore pulsante delle opere in concorso per l'Ischia Film Award. La sezione include diversi linguaggi cinematografici (documentario, animazione, fiction) a condizione che le opere siano di durata superiore ai 50 minuti. Le opere possono essere sia inedite che edite, ma necessariamente presentate al pubblico dopo il 1 Gennaio 2020.

(nella foto: Eastern del regista Polacco Piotr Adamski, vincitore dell'edizione 2020)

 

Cortometraggi

La sezione include diversi linguaggi cinematografici (documentario, animazione, fiction) a condizione che le opere siano di durata inferiore ai 50 minuti (inclusi i titoli di coda). Le opere possono essere sia inedite che edite, ma necessariamente presentate al pubblico dopo il 1 Gennaio 2020.

(nella foto: Inverno di Giulio Mastromauro vincitore dell'Ischia Film Award per la sezione Cortometraggi dell'edizione 2020)

Location negata

Da sempre il festival ha posto particolare attenzione a quelle opere che hanno evidenziato, attraverso il racconto filmico, un territorio particolarmente disastrato a tal punto da perderne l'identità culturale. Nella sezione Location negata partecipano quelle opere che raccontano il territorio violato dalle contraddizioni della civiltà e del progresso. Diritti e speranze dei popoli che li abitano calpestati dalla guerra o colpiti da calamità naturali. Una sezione aperta a tutti i linguaggi cinematografici e ad opere di ogni durata (lungometraggi e cortometraggi) che abbiano come tema la violazione di diritti umani e\o la mancata salvaguardia di paesaggi, beni architettonici, storici e identità culturali. Le opere possono essere sia inedite che edite, ma necessariamente presentate al pubblico dopo il 1 Gennaio 2020.

(nella foto: El infierno di Raúl de la Fuente Calle, vincitore dell'Ischia Film Award per la sezione Location Negata dell'edizione 2020)

Scenari campani

Un festival come il nostro non può dimenticare la location per noi più importante: la nostra regione, la Campania. Ecco perché dal 2017 Scenari Campani è stata teatro del meglio della produzione cinematografica regionale: corti, lunghi, documentari che raccontino il luogo in cui viviamo attraverso l'arte che amiamo. Dal 2018 la sezione è diventata competitiva. La sezione include diversi linguaggi cinematografici (documentario, animazione, fiction) a condizione che le opere siano di durata inferiore ai 50 minuti, che siano INEDITE in Italia e girate in territori riconoscibili (non studios o interni) della regione Campania o abbiano come location prevalente, territori campani.

(Nella foto: Il corridoio delle farfalle di Andrea Canova e Claudia Brignone vincitore dell'Ischia Film Award per la sezione Scenari Campani dell'edizione 2020)

Associazione Art Movie & Music
Via Luigi Mazzella 51, Ischia, 80077 (NA)
Tel. 081 18166810


Copyright © Art Movie & Music 2018 Tutti i diritti riservati.

Sostenuto da: