Cose dell'altro mondo

Italy, 2011

Trama

Mettiamo una bella, civile e laboriosa città del Nord Est. Mettiamo che questa città abbia una percentuale alta di lavoratori immigrati, tutti in regola e ben inseriti. E mettiamo, per esempio, che un buontempone d'industriale si diverta a mettere quotidianamente in scena un teatrino razzista: iperbole, giochi di parole, battute sarcastiche, tutte, ma proprio tutte, così politicamente scorrette da risultare esilaranti. Mettiamo che un giorno il teatrino si faccia realtà, che gli immigrati, invitati a sloggiare, tolgano il disturbo. "Cose dell'altro mondo" esplora questo paradosso, con lo stesso linguaggio politicamente scorretto del suo protagonista: ironia in luogo della drammaticità, imbarazzo al posto dell'ideologia, tenerezza dove si vorrebbe conforto sociologico.

Let’s assume a beautiful, civilized and busy city of the North-East. Let’s assume that this city has a high percentage of immigrant workers, all with regular contracts and well-adjusted. And let’s assume, for example, that a fun-loving industrialist enjoys himself by putting everyday up a racist theatre: hyperboles, word games, sarcastic jokes, all so politically incorrect to result hilarious. Let’s assume that one day the small theatre becomes reality, that immigrants, invited to clear off, take their leaves. “Cose dell’altro mondo” explores this paradox, with the same politically incorrect language used by the protagonist: irony instead of drama, embarrassment instead of ideology, tenderness where sociological support would be required.


Biofilmografia del regista

Francesco Patierno

Regista e sceneggiatore dallo stile eclettico e consapevole, Francesco Patierno nasce a Napoli nel 1964, dove si laurea in architettura. Dopo diverse esperienze in Rai dirige numerosi videoclip e spot pubblicitari. L'esordio cinematografico è segnato dalla realizzazione di "Quel Giorno",  cortometraggio presentato alla Mostra del Cinema di Venezia. I suoi film orbitano attorno ai difficili temi della violenza e della sopraffazione, "Pater Familias" (2003) e dell'integrazione razziale, "Cose dell'altro mondo" (2011).  Nel 2007 dirige “Il mattino ha l'oro in bocca”, tratto dall'autobiografica del dj Marco Baldini, premiato all'Ischia Film Festival nel 2003, i suoi lavori hanno riscosso notevoli consensi critici alla Berlinale.

Scheda film

Regia Direction Francesco Patierno

Sceneggiatura Screenplay Diego De Silva, Giovanna Koch, Francesco Patierno

Fotografia Cinematography Mauro Marchetti

Montaggio Editing Cecilia Zanuso

Scenografia Art Direction Tonino Zera 

Musica Music Simone Cristicchi 

Interpreti Cast Valerio Mastandrea, Diego Abatantuono, Valentina Lodovini, Sandra Collodel, Maria Grazia Schiavo, Maurizio Donadoni, Vitaliano Trevisan, Riccardo Bergo , Sergio Bustric, Fabio Ferri, Laura Efrikian, Fulvio Molena

Produzione Production Rodeo Drive

Distribuzione Distribution Medusa film

Info e contatti

Medusa Film -  infofilm@medusa.it

Lingua: Italiano

In programmazione: Giovedì 5 Luglio alle 22.00 alla Cattedrale dell'Assunta

 


Campari
BEPER banca
Mini

Contatti

  • Associazione Art Movie & Music
    Via Luigi Mazzella 51, Ischia, 80077 (NA)
    Tel. 081 18166810

Copyright © Art Movie & Music 2018 Tutti i diritti riservati.