Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)

Il saluto dei direttori artistici

Posted in About Us - The project

There are no translations available.

F come Film, Festival, Futuro

Mike e BorisPassato, presente e futuro. L’Ischia Film Festival compie 15 anni, l’età in cui si hanno ancora tutti i sogni ma anche quella in cui si comincia a crescere, in cui l’entusiasmo si unisce alla maturità. L’Ischia Film Festival non si può ne vuole nascondere, ha un grande passato, fatto di premi Oscar e grandi maestri, di esordienti scoperti al Castello e ora ai vertici, di migliaia di film proiettati e cen-tinaia di grandi ospiti. Una mission impossible divenuta realtà grazie a Michelangelo Messina, che non ha mai smesso di guardare al futuro, e di Enny Mazzella, anima organizzativa di quella che dobbiamo definire come una delle realtà festivaliere più interessanti in Italia e in Europa, l’unica dedicata alle location e capace di divenire centrale nella geografia cinematografica, perché l’IFF è esso stesso una location del grande cinema.
Il presente, lo avete tra le mani. Una scommessa nuova, incarnata dalla scelta di dare la direzione artistica a Boris Sollazzo, critico cinematografico e da anni collaboratore di grandi festival (da Ve-nezia a Locarno), insieme al fondatore Michelangelo Messina che quindi non lascia ma anzi rad-doppia, in un patto creativo e generazionale che invece di dividere, unisca. Per entrare nell’età adulta, per accettare le scommesse che il futuro impone a questo festival, si è deciso di mettere al timone anche chi, da 7 anni, ha capito, difeso e sostenuto la magia che per una settimana avvolge una location unica come il Castello Aragonese. Un’opera d’arte e di bellezza assoluta, ma anche una roccaforte, il Castello, proprio come il festival che non smetterà di ostinarsi a cercare le mera-viglie che solo il cinema sa dare, in tutte le sue forme. E appunto difenderle.
Perché è proprio la storia dell’Ischia Film Festival a insegnarci che per conquistare il futuro serve un passato straordinario e un presente coraggioso: ecco perché da quest’anno si allarga il concetto di location. Da quest’anno viene intesa non più solo come cinepaesaggio, ma anche come elemento narrativo determinate, come protagonista accanto agli attori (lo è, ad esempio, in Immortality un treno in cui per 150 minuti si svolge un meraviglioso piano sequenza). E la riflessione sulle location non riguarderà solo le opere d’arte e i registi, ma anche gli spettatori, cercando i nuovi luoghi, le nuove (piatta)forme della Settima Arte: dalla Rete alla serialità televisiva, come dimostra la nuova sezione Under the Sky. L’Ischia Film Festival vuole diventare grande e può farlo solo grazie al coraggio di tutti noi, lo stesso di Michelangelo ed Enny quando hanno iniziato quest’avventura, il medesimo di Boris quando è salito su questa nave per portarla a scoprire nuove terre, pardon location, inesplorate. Ed è il coraggio che hanno tutti coloro che ci credono: chi è in questo catalogo e voi, che lo state leggendo.
Buona fortuna: a noi, a voi, al cinema.

Michelangelo Messina e Boris Sollazzo
Direttori Artistici Ischia Film Festival

 

 

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com