Italian English
EP logo RGB IT  Logo regione   LogoDGC aficlogo
  • IFF online

    IFF online

    La diciottesima edizione dell'Ischia Film Festival, con formula "ibrida", in ottemperanza delle normative anti- covid, si terrà dal 27 giugno al 4 luglio 2020.   Per partecipare alla diciottesima edizione del festival (visione dei film in concorso, trailer, interviste etc.) visita la piattaforma digitale www.ischiafilmfestivalonline.it (visibile on line dal 18 giugno 2020)

    Attenzione! (per la stampa) Tutti i materiali attinenti all'edizione on line www.ischiafilmfestivalonline.it  (foto ospiti, cartelle stampa film, loghi etc.) sono scaricabili solo su questo sito nella sezione PRESS (pulsante) nel menu. 

    Vai al sito ischiafilmfestivalonline

  • CINEMA, ISCHIA FILM FESTIVAL PRIMO GRANDE EVENTO LIVE POST COVID

    CINEMA, ISCHIA FILM FESTIVAL PRIMO GRANDE EVENTO LIVE POST COVID

    La diciottesima edizione si svolgerà dal 27 giugno al 4 luglio con ospiti Marco D’Amore, Giampaolo Morelli, il cast dell’Amica Geniale, Francesco Di Leva, Lillo Petrolo, Nando Paone, Alessandro Roia, Susy Laude. Premio alla carriera a Sergio Rubini Selezionate 79 opere di cui 55 in concorso provenienti da 31 paesi del mondo

    Vai al sito ischiafilmfestivalonline

  • ISCHIA FILM FESTIVAL, NOVE LUNGOMETRAGGI IN GARA NEL PRIMO GRANDE EVENTO POST-COVID

    ISCHIA FILM FESTIVAL, NOVE LUNGOMETRAGGI IN GARA NEL PRIMO GRANDE EVENTO POST-COVID

    Film che raccontano Argentina, Iran, Turchia, Polonia, Bulgaria, Francia e Italia: la rassegna (27 giugno-4 luglio) propone otto serate all’aperto e un’ampia sezione online.

    Vai al sito ischiafilmfestivalonline

  • ISCHIA FILM FESTIVAL, IL CINEMA CHE DENUNCIA: SGUARDO SUL PIANETA NELLA SEZIONE “LOCATION NEGATA”

    ISCHIA FILM FESTIVAL, IL CINEMA CHE DENUNCIA: SGUARDO SUL PIANETA NELLA SEZIONE “LOCATION NEGATA”

    Sedici film in gara in una delle sezioni più attese della rassegna (27 giugno-4 luglio): un viaggio che tocca Amazzonia, Siria, Myanmar, Egitto, Sierra Leone e Italia

    Vai al sito ischiafilmfestivalonline

  • ISCHIA FILM FESTIVAL, DALL’IRAN ALLA COREA: IN VIAGGIO CON I CORTI E LE OPERE DI ANIMAZIONE IN CONCORSO

    ISCHIA FILM FESTIVAL, DALL’IRAN ALLA COREA: IN VIAGGIO CON I CORTI E LE OPERE DI ANIMAZIONE IN CONCORSO

    La diciottesima edizione si svolgerà dal 27 giugno al 4 luglio in versione ibrida tra eventi in presenza e in parte online

    Vai al sito ischiafilmfestivalonline

  • IFF 2020: ANNUNCIATE LE OPERE DELLA SEZIONE

    IFF 2020: ANNUNCIATE LE OPERE DELLA SEZIONE "SCENARI CAMPANI"

     Cinque anteprime italiane, di cui 3 mondiali, si contenderanno il premio per la sezione Scenari campani dell'Ischia Film Festival 2020.

    Vai al sito ischiafilmfestivalonline

Ospiti del festival

Dicono di noi

Pupi Avati

Pupi Avati

"Un festival unico in uno scenario straordinario"

 

Bille August (Premio Oscar)

Bille August (Premio Oscar)

 "Because of your enthusiasm, your warmth and passion the Ischia Film Festival has become a highly profiled and important festival, where people like me feel so welcome and where its all about champion the art of true filmmaking".

Vittorio Storaro (premio Oscar)

Vittorio Storaro (premio Oscar)

"Credo che l'idea di Michelangelo Messina sia abbastanza importante per capire quanto certi aspetti del paesaggio, dell'urbanistica, dell'architettura, entrino a far parte di quella che è la storia di un film".

Silvio Orlando

Silvio Orlando

"Ci sono festival cinematografici più importanti, ma l'Ischia Film Festival è certamente il festival cinematografico più bello del mondo" 

Maria Grazia Cucinotta

Maria Grazia Cucinotta

"Credo sia molto generoso da parte di questo festival dare spazio non solo al territorio dove si svolge, ma anche altre località raccontate nelle opere in cartellone".

John Turturro

John Turturro

“An interesting film festival in a straordinary location”

Partecipa

Gli eventi del festival

Concorso film IFF

Concorso film IFF

Come ogni anno agli inzi di gennaio inizia il concorso ....

Read more

Incontri di cinema

Incontri di cinema

Ogni sera nelle diverse sale di proiezioni gli ospiti del festival...

Read more

Mostra sul cinema

Mostra sul cinema

Ogni anno nell'ambito delle manifestazioni del festival si tiene...

Read more

Il Cineturismo

Il Cineturismo

Dal 2003 il festival ha ideato e promosso il Cineturismo in Italia....

Read more

  • Il fondatore e direttore artistico
    "Un festival unico in una location straordinaria"
    Nato nel 2003 dal mio progetto "Cinema & territorio", l'Ischia Film Festival si è particolarmente distinto nel panorama dei festival internazionali, non solo per la folta partecipazione di artisti e opere che vi hanno preso parte in questi anni, ma sopratutto per la sua particolare identità: "raccontare attraverso l'audiovisivo, la diversificazione culturale dei territori".... read more
    Firmaweb

     

     
     
      
Festival

Voci dal festival

I luoghi dell'IFF


Info Point-Biglietteria

Info Point-Biglietteria




Piazza d'Armi

Piazza d'Armi


Terrazza della Casa del Sole

Terrazza della Casa del Sole


Piazzale del Carcere Borbonico

Piazzale del Carcere Borbonico


Terrazza degli Ulivi

Terrazza degli Ulivi


Carcere Borbonico

Carcere Borbonico

Il carcere borbonico >


Androne delle Clarisse

Androne delle Clarisse


Caffetteria del Convento

Caffetteria del Convento


Terrazza il Castello

Terrazza il Castello

Terrazza del castello >


Saletta convento

Saletta convento

Stampa Email

Terrazza degli Ulivi

Ulivi2017

La Terrazza degli Ulivi, sull'itinerario di Levante, è utilizzata per la proiezione di opere in selezione ufficiale e per gli incontri con gli autori.

Un tempo fu il giardino del Castello. Da qui l'occhio spazio per 300 gradi sul Golfo e sulla trasparenza del mare. Si ammirano dall'esterno le imponenti torri angioine. Fu ricostruito nel 1441 da Alfonso D'Aragona che lo regalò a Lucrezia d'Alagno, la bella popolana di Torre del Greco, della quale si era invaghito. Più tardi vi dimorò per 35 anni la principessa Vittoria Colonna, celebre poetessa, fuggita da Roma col padre per motivi politici all'età di 8 anni. Sposò Fernante d'Avalos e richiamò sul Castello i maggiori artisti e letterati del suo tempo. Dopo la morte del marito, caduto in battaglia, cercò conforto in vari conventi d'Italia.

Nella cartina pubblicata con la planimetria del Castello Aragonese, la terrazza è indicata in legenda con il numero 5.

Puoi raggiungere\visualizzare questa location utilizzando la cartina dell'Ischia Film Festival su Google Maps.

Stampa Email

Carcere Borbonico

CarcereBorbonico

Il Carcere Borbonico, sull'itinerario di Levante, dal 2017 è utilizzato per la proiezione di opere in selezione ufficiale e per gli incontri con gli autori.

Un preesistente stabile fu adibito a carcere nel 1823 dai Borbone di Napoli. Nel 1851, insieme ai criminali, furono rinchiusi prigionieri politici tra cui Poerio, Pironti, Nisco, Agresti e molti altri illustri del Risorgimento Italiano. Le robuste porte, i massicci cancelli, le diverse garitte, gli spioncini dai quali giorno e notte i prigionieri venivano sorvegliati, testimoniano la severità del carcere.

Nella cartina pubblicata con la planimetria del Castello Aragonese, il Carcere Borbonico è indicato in legenda con il numero 4 (Piazza del Carcere).

Puoi raggiungere\visualizzare questa location utilizzando la cartina dell'Ischia Film Festival su Google Maps.

Stampa Email

Saletta del Convento

 

ConvegnoCineturismo3

 

Sull'itinerario di ponente la saletta viene utilizzata durante il festival per esposizioni, mostre, convegni e workshop.

La saletta del convento è una delle tante sale del convento delle Clarisse, probalilmente veniva usata come luogo di ristoro delle monache, il soffito è a volte e la sua forma a botte. Ampie vetrate affacciano sull' ingresso al Convento, difatti è la prima stanza che si trova dopo il grande portone d'accesso al convento. Da queste finestre è possibile ammira la vista della Chiesa dell'Immacolata, la collina di fronte e la vetta piu alta dell'isola: il monte Epomeo. 

Nella cartina pubblicata con la planimetria del Castello Aragonese, la Saletta è indicata con la lettera S (Sala Studi Cineturismo).

Puoi raggiungere\visualizzare questa location utilizzando la cartina dell'Ischia Film Festival su Google Maps.

 

 

Stampa Email

Il Castello Aragonese

 

 

Il Castello Aragonese è una propietà privata, grazie alla Famiglia Mattera rappresenta, sin dalla prima edizione, la location esclusiva dell'Ischia Film Festival e contribuisce in modo determinante all'afmosfera elegante ed accogliente che contraddistingue questo evento.

Il Castello sorge su un isolotto di roccia trachitica collegato al versante orientale dell'isola d'Ischia attraverso un ponte in muratura lungo 220 metri. Raggiunge un'altezza di 113 mt. s.l.m. e presenta una superficie di circa 56.000 mq. Vi si accede attraverso una mulattiera o a mezzo di un moderno ascensore installato alla fine degli anni '70.

  

La mulattiera si sviluppa, per il primo tratto, in una galleria scavata nella roccia (per volontà di Alfonso I d'Aragona alla metà del Quattrocento) per poi proseguire all'aperto fino a raggiungere la parte più alta dove è situato il Maschio. Da questa strada principale se ne dipartono altre minori che servono gli edifici e i giardini della rocca. L'ascensore raggiunge invece i 60 mt. s.l.m. ed il suo percorso è interamente ricavato all'interno della viva roccia. L'edificato ricopre una modesta parte della superficie complessiva per lo più occupata da ruderi e terre coltivate; quella che era la fisionomia densamente costruita ritratta dall'iconografia settecentesca è stata in buona parte cancellata dagli eventi bellici dei primi dell'Ottocento, cui sono seguiti lunghi anni di abbandono. Soltanto ai primi del Novecento è iniziata una campagna sistematica di restauri, ancora in corso, che ha restituito e continua a restituire una dignità architettonica a questo imponente complesso monumentale. Indiscutibili dominanti nell'immagine del Castello sono le sagome della residenza reale, denominata Maschio (che non si visita), e posta sul punto più alto del versante nord orientale, e della cupola della Chiesa dell'Immacolata, contrappunto centrale di tutto l'isolotto. Efficace mediazione tra i costoni rocciosi e la parte edificata è la cinta bastionata che si avvolge intorno al Castello per 3/4 del suo perimetro caratterizzandone fortemente l'insieme.

 

 

 

La Storia del Castello

La prima fortezza fu costruita nel 474 a.C. dal Greco Siracusano Gerone I, venuto in aiuto dei Cumani nella guerra contro i Tirreni. In seguito alla vittoriosa battaglia, svoltasi nelle acque antistanti l'odierno comune di Lacco Ameno, Gerone I ottenne come ricompensa l'isola d'Ischia ed il Castello. Nel 315 a.C. i Romani fondarono ad Ischia la città di Aenaria e, molto probabilmente, utilizzarono il Castello come fortino difensivo e vi edificarono alcune abitazioni. Nei secoli successivi i saccheggi e le lunghe dominazioni dei Visigoti, Vandali, Ostrogoti, Arabi, Normanni, Svevi e Angioini trasformarono completamente la fortezza di Gerone. L'eruzione del Monte Trippodi, avvenuta nel 1301, costituì una spinta notevole allo sviluppo dell'insediamento sul Castello: gli Ischitani si rifugiarono sulla rocca che garantiva maggiore tranquillità e sicurezza e diedero vita ad una vera e propria cittadina. Nel 1441 Alfonso d'Aragona ricostruì il vecchio maschio d'età angioina, congiunse l'isolotto all'isola maggiore con un ponte artificiale e fece costruire poderose mura e fortificazioni, dentro le quali quasi tutto il popolo d'Ischia trovò rifugio e protezione contro le incursioni dei pirati. Il periodo di massimo splendore per il Castello si ebbe alla fine del XVI secolo quando la rocca ospitava 1892 famiglie, oltre il Convento delle Clarisse, l'Abbazia dei Basiliani di Grecia, il Vescovo col Capitolo ed il Seminario, il Principe con la guarnigione. Vi erano 13 chiese, di cui 7 parrocchie. Verso il 1750, cessato il pericolo dei pirati, la gente cercò più comoda dimora nei vari comuni dell'isola d'Ischia alla ricerca di nuova terra da coltivare e per curare meglio l'attività della pesca. Nel 1809 gli Inglesi assediarono la rocca, tenuta dai Francesi, e la cannoneggiarono fino a distruggerla quasi completamente. Nel 1823 Ferdinando I, re di Napoli, mandò via gli ultimi 30 abitanti e ridusse il Castello a luogo di pena per gli ergastolani. Nel 1851 lo adibì a prigione politica per quegli uomini che si erano opposti al potere dei Borboni. Nel 1860, con l'arrivo di Garibaldi a Napoli, il carcere politico fu soppresso e Ischia si unì al Regno d'Italia. L'8 Giugno 1912 l'Amministrazione del Demanio, con trattativa privata, mise in vendita all'asta il Castello Aragonese: da quel momento la rocca è nelle mani di privati che ne curano i restauri e la gestione.

Clicca sulle immagini sottostanti per visualizzare la scheda tecnica delle più importanti location del festival

 

Piazza
delle Armi

Cattedrale

Area Cocktail

Piazza delle Armi

La Cattedrale Barocca Diroccata dell'Assunta

Area Cocktail alla Caffetteria del Convento

Casa del Sole

Terrazza del
Convento

Chiostro
delle Clarisse

La Casa del Sole

Terrazza del Convento

Chiostro delle Clarisse

 

{module ShareThis for Joomla!}

Stampa Email

  • 1
  • 2

Ischia Film Festival 2020: diamo qualche numero

ISCHIA FILM FESTIVAL, SPETTATORI VIRTUALI DA 65 PAESI DIVERSI


800 spettatori dal vivo per 17 guest, 40mila sul web: i numeri della versione ibrida confermano il successo. Il direttore Messina: “Evento apripista per il post lockdown”

Read more

Depliant Sponsor IFF 2020

Contatti

  • Associazione Art Movie & Music
    Via Luigi Mazzella 51, Ischia, 80077 (NA)
    Tel. 081 18166810
Sostenitori

Partner

campari logo red CMYK

 

 

 

 

 

Sponsor

Direzione Generale Cinema

Direzione Generale Cinema

Il Festival sin dal 2003 è sostenuto con il contributo ai festival dalla Direzione Generale Cinema.

Regione Campania

Regione Campania

La Regione Campania mediante il sostegno ai festival cinematografici campani è partner dell'iniziativa.

  • campari logo red CMYK

     

     

     

     

     

    Sponsor

  • Direzione Generale Cinema

    Direzione Generale Cinema

    Il Festival sin dal 2003 è sostenuto con il contributo ai festival dalla Direzione Generale Cinema.

  • Regione Campania

    Regione Campania

    La Regione Campania mediante il sostegno ai festival cinematografici campani è partner dell'iniziativa.

    Copyright © Art Movie & Music 2018 Tutti i diritti riservati.